Opportunità di valore

Economie di scala, espansione e agilità con VMware Cloud Director service

La possibilità di utilizzare la piattaforma Cloud Director in modalità SaaS (a livello globale) è un’opportunità per i cloud provider che vogliono generare nuovo valore. Con clienti di ogni dimensione

14 Lug 2021

VMware Cloud Director service è una versione software as-a-service basata su container di VMware Cloud Director, la piattaforma di Service Delivery multi-tenant leader del settore utilizzata dai provider VMware.  

È un servizio SaaS che permette ai cloud provider di sfruttare VMware Cloud on AWS in modalità multi-tenant con supporto VMware NSX-T avanzato, consentendo il provisioning di risorse VMware Cloud di dimensioni personalizzate, basate su tenant, isolate e sicure. La capacità di servire più tenant di piccole e medie dimensioni sulla stessa infrastruttura offre la flessibilità di dimensionare correttamente gli ambienti VMware Cloud on AWS per soddisfare le esigenze dei clienti di ogni livello e dimensione. 

VMware Cloud Director service è disponibile tramite VMware Cloud Partner Navigator e può essere di grande aiuto per i cloud provider che vogliono generare nuovo valore (e ricavi) con le attività cloud, offrendo alle aziende clienti (tutte) applicazioni e servizi di Virtual Data Center in VMware Cloud on AWS “su misura”. Il servizio è disponibile come contratto MSP e può essere gestito in tutti gli aspetti del ciclo di vita e del supporto tramite l’hub del cloud provider. 

Vantaggi di VMware Cloud Director service 

I vantaggi più evidenti di Cloud Director SaaS per i cloud provider sono tre e si riferiscono alle economie di scala (significative), alle opportunità di espansione geografica (interessanti) e alla maggiore agilità (richiesta dai clienti). 

Economie di scala. I cloud provider VMware hanno clienti di ogni dimensione e devono ospitarli tutti, dal più piccolo al più grande, sia in cloud pubblici sia in cloud privati ​​o dedicati. Fornire un utilizzo efficiente delle risorse come servizio, e utilizzare il 100% delle risorse ove possibile, si traduce in un vantaggio economico sia per i fornitori sia per i clienti. 

Espansione. L’apertura di nuove aree geografiche e l’introduzione di nuove attività è faticosa. Si è ostacolati dagli elevati costi di investimento per l’acquisto di nuovo hardware o per l’affitto di data center, nonché dalle sfide legate alla conformità locale e ai requisiti governativi. Inoltre, si è spesso vincolati dalla propria geografia e dai propri investimenti, il che rende difficile soddisfare i clienti con esigenze multiregionali. VMware Cloud Director service è una risposta a questi problemi. 

Agilità. Ai reparti IT viene chiesto di portare nuove soluzioni sul mercato più velocemente e con maggiore flessibilità. Il sovraccarico operativo derivante dalla manutenzione continua di un ambiente multi-cloud in silos può rallentare la capacità di rispondere rapidamente alle nuove esigenze aziendali. VMware Cloud Director in SaaS è una risposta anche a questo. 

Cosa c’è di nuovo 

VMware Cloud Director service è disponibile già da maggio 2020 negli USA e ora la soluzione ha una presenza globale. Avere un’impronta globale significa che i cloud provider possono utilizzare il servizio VMware Cloud Director nella loro area geografica per gestire l’infrastruttura nel data center VMware Cloud on AWS più vicino, a condizione che la latenza tra i data center sia inferiore a 150 ms (*). 

VMware Cloud Director service può utilizzare la capacità di associazione multi-sito in VMware Cloud Director, diventando un punto di passaggio in altre istanze di servizio regionali, nonché in istanze VMware Cloud Director on-premise, se necessario. Questa è un’ottima funzionalità per fornire ai clienti operazioni ibride su più endpoint cloud VCD. 

Una novità tecnologica di VMware Cloud Director service è un motore di flusso di lavoro che utilizza MQ basato su WebSocket, ciò consente a VMware Cloud Director service di fornire i servizi di estendibilità di VMware Cloud Director on-premise.  

Altri servizi in VMware Cloud on AWS 

Con VMware Cloud Director service sono disponibili tre nuovi servizi in VMware Cloud on AWS, oltre ai servizi di infrastruttura flessibile. 

AWS S3 Object Storage. I tenant del cloud provider cloud possono distribuire, gestire e utilizzare lo storage AWS S3 all’interno del proprio ambiente Cloud Director. Questa offerta S3 fornisce ai clienti l’accesso al proprio account S3 e ai bucket di archiviazione, tutti gestibili nell’interfaccia utente di Cloud Director e nelle API Object Storage Extension. Il grande vantaggio di questa soluzione è che non ci sono costi di uscita in quanto il traffico scorre sul provider ENI e apre ai clienti molte diverse soluzioni basate sullo storage. 

Servizi applicativi. I cloud provider possono fornire un catalogo accurato di VMware Cloud Marketplace (Bitnami) e applicazioni personalizzate per tenant (per VM e container). Utilizzando un catalogo di distribuzione dell’app con un clic, il cliente può anche non avere alcuna conoscenza dell’infrastruttura sottostante per eseguire il provisioning e accedere alle app.  

Servizi cluster Kubernetes (**): i clienti stanno cercando di trasformare i propri ambienti e hanno bisogno di guardrail sicuri in cui gli sviluppatori possano lavorare. I cloud service provider possono abilitare l’orchestrazione dei cluster Kubernetes (K8) per l’esecuzione nell’infrastruttura VMware Cloud on AWS dall’interno del servizio VMWare Cloud Director come piattaforma unificata. Possono distribuire cluster K8 ed eseguire la gestione del ciclo di vita dei cluster tramite il plug-in VMware Cloud Director Cluster Container Service Extension (CSE). 

 

* La latenza deve essere testata prima che vengano presi impegni 

** vSphere Tanzu non è attualmente disponibile in VMware Cloud on AWS 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5